OMICIDIO TOR DI QUINTO: L’ASSASSINO CONDANNATO ANCHE PER CALUNNIA

La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico di Roma perché Mailat nel corso del processo tentò di coinvolgere come complice un suo connazionale, Vasili Neamtu, l’uomo che aveva assistito all’aggressione e violenza della Reggiani e che poi aveva chiamato le forze dell’ordine.