CAMPO “LA BARBUTA”: ROM LITIGANO PER UNA GIOVANE “SCHIAVA”