FACEVANO SHOPPING CON CARTE DI CREDITO RUBATE: ARRESTATE

0
74

Informato il 113 del messaggio ricevuto, gli agenti del Commissariato Lido di Roma, diretto dal dr. Antonio Franco, dopo aver ricevuto la segnalazione dalla sala operativa, sono arrivati nel negozio di gioielleria dove le due, A.T. di 53 anni e V.S. di 30 anni, entrambi italiane, avevano appena acquistato due bracciali in oro per un valore di 800 euro. Sul posto, però, gli agenti non le hanno trovate. La proprietaria della gioielleria, ha confermato ai poliziotti l’acquisto dei preziosi e ha fornito l’esatta descrizione delle due avventrici indicando la direzione che avevano preso. Le due infatti, uscite dalla gioielleria, si erano recate nel negozio di abbigliamento accanto per continuare i loro acquisti. I poliziotti così, sono riusciti ad individuarle mentre stavano ancora gironzolando fra le vetrine dei negozi lì intorno. Fermate, sono state identificate e, a richiesta degli agenti hanno ammesso di aver appena comprato alcuni gioielli. Nella circostanza, una di loro ha mostrato una carta di credito diversa da quella con cui aveva concluso l’acquisto. Imbarazzata, la donna, ha mostrato anche altre carte di credito in suo possesso affermando di averle trovate poco prima lungo la via. Questa “confessione” però non ha evitato che le due fossero accompagnate in Commissariato, dove sono state arrestate per l’indebito utilizzo delle carte di credito e denunciate per ricettazione.