ANZIO, “VILLA DEI PINI”: L’INTERVENTO DEL CONSIGLIERE REGIONALE PALOZZI

 Stamane ho presentato una interrogazione sulla struttura sanitaria, che ha recentemente annunciato 53 licenziamenti del tutto illegittimi, come confermano i sindacati, poiché privi di giusta causa o giustificato motivo e comunque non conformi alle norme di legge. Si tratta di una realtà fuori dal mondo, primo perché l’amministratore della Casa di Cura ricorre a detti licenziamenti a fronte di una esposizione debitoria risalente al 2004 e non certo per fatti non riconducibili alla spesa sostenuta per i lavoratori. Inoltre da una prima analisi si era stabilito che con l’aumento dei posti letto di Emodialisi da parte della Regione si sarebbe potuto superare il problema. Invece, nei colloqui intercorsi, a niente sono valsi gli appelli alla ragionevolezza e all’opportunità di trovare soluzioni a fronte della decisione dell’azienda di licenziare comunque i dipendenti. Il tutto nel completo assenteismo della troupe di Zingaretti, che a parole prende a cuore il destino dei dipendenti della Villa dei Pini, ma nei fatti sparisce lasciando nell’incertezza e nella disperazione oltre 50 famiglie del territorio. Il solito modus operandi di una amministrazione regionale incapace e inefficiente. Il silenzio assordante di Zingaretti però deve finire. Ora il presidente ha le spalle al muro, risponda alla mia interrogazione chiarendo quali azioni voglia mettere in campo per scongiurare tali licenziamenti”.