ROMA, POLIZIOTTI AGGREDITI DA CANE DI GROSSA TAGLIA. DENUNCIATI MADRE E FIGLIO

Decisi a controllare il mezzo, hanno iniziato a seguirlo e, con l’utilizzo dei segnali acustici e luminosi hanno cercato di far fermare il conducente, che invece non solo non ha ottemperato ma ha continuato a fuggire. Inseguito dagli agenti, ad un certo punto è arrivato in di Casal Monastero dove l’uomo è risultato poi abitare. Quando i poliziotti sono scesi dall’autovettura di servizio per chiedergli spiegazioni sul suo comportamento, dal cancello dell’abitazione è uscita una donna, risultata essere poi la madre. Dietro di lei un cane di grossa taglia, un molossoide meticcio, che improvvisamente ha iniziato ad abbaiare fino ad aggredire uno degli agenti mordendolo ad una gamba. Malgrado la ferita il poliziotto è riuscito a salire su di un muretto per evitare conseguenze peggiori. Nel frattempo la donna e l’altro agente hanno cercato di trattenere il cane afferrandolo, la prima per il collare e l’altro per le zampe posteriori per impedirgli ulteriori movimenti. Ritornato alla calma, l’animale è stato ricondotto all’interno del giardino. L’agente ferito è stato condotto con l’ambulanza all’ospedale per le cure mediche necessarie. Madre e figlio invece, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria, la donna per omessa custodia dell’animale mentre il figlio per non essersi fermato al controllo degli agenti.