ESERCIZI DEL CENTRO, CONTROLLI: DIVERSE LE IRREGOLARITA’ SANZIONATE

Il blitz è scattato contemporaneamente in 18 esercizi commerciali, tra cui bar, pizzerie, frutterie e minimarket. In alcuni degli esercizi controllati sono state rilevate diverse irregolarità inerenti la conservazione dei cibi, la mancata tracciabilità degli alimenti nonché situazioni di occupazione abusiva del suolo pubblico. In 3 degli esercizi controllati, oltre il 20% dei lavoratori era impiegato “in nero”, motivo per cui per loro verrà proposto provvedimento di chiusura ed i titolari sono stati sanzionati per un importo di 1.500 euro per ogni lavoratore nonché alla loro messa in regola dal punto di vista contributivo per un importo di 7.000 euro per ognuno. Inoltre, dei 12 lavoranti non in regola, 2 sono risultati essere “clandestini”, per cui per loro e per i datori di lavoro, scatterà anche la denuncia all’autorità giudiziaria per la violazione della legge sull’immigrazione. Controllata anche una struttura ricettiva, dove è stato riscontrato un ampliamento dei posti letto – 11 in più di quanto previsto in licenza – nonché carenze dal punto di vista della normativa sulla prevenzione degli incendi. In relazione a ciò è scattata la segnalazione al Comando Provinciale del Vigili del Fuoco per l’emissione del provvedimento di chiusura. In totale, pertanto, sono state controllate  oltre 70 persone, di cui 48 straniere ed elevate sanzioni amministrative per un importo di circa 120.000 euro I controlli in atto sono stati estesi anche alla zona del Colle Oppio dove, nel corso di un nuovo controllo, dopo i numerosi effettuati nei giorni scorsi, è stata rinvenuto e sequestrato un consistente quantitativo di marijuana, probabilmente nascosta in attesa di essere “spacciata”.