REGIONE LAZIO, ROMA: IL REPARTO VOLANTI CINQUE COMPIE ARRESTI IN SEQUENZA

Una sequenza rapida di colpi sventati dal pronto intervento delle forze dell’ordine, dunque. Il primo ad essere assesto,  H.M., 29enne di etnia rom, si era introdotto nel primo pomeriggio di ieri all’interno di un negozio di casalinghi sito in via Amico Aspertini e gestito da stranieri. Approfittando della distrazione del titolare, l’uomo si è impossessato di alcune centinaia di euro, prelevandole dalla cassa. Quando il proprietario si è accorto dell’accaduto ha tentato in ogni  modo di bloccarlo, mentre la moglie ha avvisato il 113. In pochi minuti una pattuglia del Reparto Volanti è giunta sul posto e lo ha bloccato. Condotto presso il Commissariato Casilino,  è stato  arrestato per tentato furto aggravato, mentre la somma di danaro è stata restituita al proprietario.

Da un intervento, all’altro. Sempre in seguito ad un furto, questa volta commesso all’interno di un negozio di abbigliamento di via del Corso, è stata arrestata D.P., romana di 26 anni, sorpresa dai commessi dopo aver oltrepassato la barriera della cassa con una busta contenente un paio di scarpe avente ancora attaccata la placca antitaccheggio. Rincorsa, è stata notata da una pattuglia del Reparto Volanti mentre correva su via del Corso e bloccata. Anche per lei è scattato l’arresto. Dovrà rispondere di furto aggravato. In serata, invece, una pattuglia del Commissariato Tuscolano ha arrestato M.A., 30enne della provincia di Roma, sorpreso mentre stava tentando di rubare un’auto in viale Marco Fulvio Nobiliore. Ad avvisre la Polizia è stato un cittadino che, affacciatosi alla finestra della propria abitazione, ha notato i movimenti sospetti del giovane ed ha avvisato il 113. I poliziotti lo hanno subito individuato in una via adiacente e lo hanno arrestato, constatando che l’auto oggetto delle sue attenzioni presentava lo sportello forzato. Anche lui è stato arrestato. Dovrà rispondere di tentato furto e di possesso ingiustificato per arnesi atti allo scasso.

Sono due uomini, infine, le ultime due persone finite in manette: Z.G., 31enne italiano e C.C., 18enne romeno, sorpresi mentre stavano tentando di rubare all’interno di un’abitazione in via Indro Montanelli, a Primavalle. Anche in questo caso, preziosa si è rivelata la collaborazione fornita da un cittadino che, visto uno dei due scavalcare una recinzione, ha subito avvisato il 113. L’arrivo degli agenti ha fatto fuggire i due uomini, che sono stati però individuati e bloccati ad un centinaio di metri di distanza. Uno dei due aveva già forzato la porta finestra di un’abitazione al primo piano e si accingeva quindi ad entrare all’interno, impedito nel suo proposito solo dall’arrivo della Polizia. Per loro, come per gli altri, è scattato l’arresto per tentato furto aggravato.