ROMA, ARRESTATI UNA DONNA ED UN LADRO DI APPARTAMENTI IN SEGUITO A CONTROLLI

Per lei, pertanto, al termine degli accertamenti, si sono aperte le porte del carcere di Rebibbia. La seconda persona arrestata, invece, è stata sorpresa proprio mentre stava tentando di scassinare il portone condominiale di uno stabile di via Nomentana, sicuramente per accedere, da lì, ad uno degli appartamenti. Gli agenti del Commissariato Porta Pia, transitando in zona, hanno notato l’uomo e, intuendone i propositi, hanno deciso di intervenire. Alla vista dei poliziotti l’uomo si è disfatto degli attrezzi atti allo scasso che aveva in mano, gettandoli sotto un’auto in sosta. Una volta bloccato, G.M., 28enne tunisino, è risultato avere tutto il “kit” per aprire le porte delle abitazioni: cacciaviti di varie dimensioni, pinze, fil di ferro modellato a mo’ di “spadino” e due cavetti elettrici che vengono utilizzati, in questi casi, per provocare l’apertura della serratura a scatto delle porte, oltre all’immancabile torcia da utilizzare per scovare gli oggetti di valore. Recuperato il tutto, l’uomo è stato condotto in Commissariato, dove è risultato avere numerosi precedenti di Polizia specifici nonché colpito dalla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Al termine, pertanto, è stato arrestato. Dovrà rispondere di tentato furto in abitazione.