POMEZIA, LA CASA DELLE ASSOCIAZIONI NASCE DA UNA CONFISCA ALLA MAFIA

Era uno degli impegni presi con i cittadini in campagna elettorale: riqualificare un edificio confiscato alla mafia aprendolo alle associazioni è un segnale forte della volontà della nostra Amministrazione di perseguire l’interesse collettivo e valorizzare quelle realtà che operano sul territorio per migliorare la qualità della vita di tutti noi. Inoltre – prosegue Fucci – tutto ciò risponde alle disposizioni in materia di gestione e destinazione dei beni sequestrati o confiscati, da riutilizzare per finalità istituzionali o sociali. Trasformare un immobile, che in passato è stato sede di soggetti legati alla criminalità organizzata, nella Casa delle Associazioni ci riempie di orgoglio”. Sarà pubblicato entro un breve ventaglio di tempo l’avviso pubblico con i criteri per accedere alla struttura: “Nel bando saranno specificati i criteri necessari ad ottenere uno spazio nella nuova Casa delle Associazioni – ha aggiunto la vice Sindaco Elisabetta Serra – Saranno privilegiate le associazioni culturali che svolgono attività di tipo sociale. Ringraziamo i condomini del complesso residenziale in cui insiste l’immobile per la loro disponibilità ad accogliere le associazioni culturali del territorio”.