ROMA, DUE STRANIERI APPLICANO SKIMMER A BANCOMAT, ARRESTATI

Una squadra del Commissariato di zona è giunta immediatamente sul posto. I due sospetti, alla vista dell’auto della Polizia hanno tentato la via della fuga, ma grazie alla dettagliata descrizione fatta dal richiedente, gli agenti li hanno subito riconosciuti. E dopo un breve inseguimento a piedi, sono riusciti a bloccarli all’interno di un parco. Identificati per N.D. e V.F.G., entrambi rumeni, rispettivamente di 35 e 23 anni, a seguito del controllo sono stati trovati in possesso di un computer portatile sul quale erano installati software e dati relativi allo loro “attività”, e un cavetto “USB”modificato artigianalmente per clonare le carte. Il successivo controllo effettuato nell’area “Bancomat” dell’Istituto di Credito, ha consentito invece di verificare che effettivamente i due avevano manomesso lo sportello del distributore applicando uno skimmer, strumento elettronico munito di una microtelecamera, usato dai due per rilevare i dati delle carte di credito inserite da ignari clienti. Accompagnati in Ufficio, una volta terminati gli accertamenti, tutto il materiale trovato in loro possesso è stato sequestrato e i due arrestati per aver installato apparecchiature atte ad intercettare, impedire od interrompere comunicazioni informatiche o telematiche.