ANZIO, ARRESTATI TRE PREGIUDICATI DI ORIGINE CALABRESE

Une delle auto, una Fiat Punto rubata a Pomezia, è stata impiegata proprio per consumare una rapina in danno del gestore di un distributore di carburanti di Anzio, sito sulla Nettunense. Sotto la minaccia di una pistola si sono fatti consegnare l’incasso della giornata, pari a poco meno di 7.000 euro. Per evitare che la vittima potesse chiamare i soccorsi gli aggressori hanno portato via anche il cellulare del ragazzo e si sono allontanati a bordo della sua autovettura, rinvenuta poco dopo non molto distante. L’ndagine è risultata essere decisamente complicata a causa l’atteggiamento dei tre pregiudicati: che hanno numerosi precedenti penali, si sono dimostrati particolarmente scaltri nel loro approccio all’illecita attività.

I Carabinieri, però, hanno recuperato le tre auto oggetto dei furti e le hanno riconsegnate ai legittimi proprietari. In esecuzione del provvedimento cautelare, i militari hanno poi rintracciato i tre pregiudicati, due domiciliati ad Anzio presso il complesso Zodiaco ed uno a Nettuno, e nel corso delle perquisizioni, effettuate con l’ausilio anche di unità cinofile del Nucleo Cinofili di Roma S. Maria di Galeria (RM), hanno sequestrato oggetti e capi di abbigliamento ritenuti utili per il proseguo delle indagini. Le operazioni infatti non sono terminati: da parte dei militari proseguono approfonditi accertamenti delineati a comprovare l’eventuale responsabilità degli indagati in altre rapine analoghe che si sono verificate negli ultimi mesi nell’area di Anzio e Nettuno. I tre arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Velletri.