FIUMICINO, RAPINA A MANO ARMATA, ENNESIMO CASO DI CRIMINALITA’ CITTADINA

“Purtroppo in questo periodo ci si mette anche il fato a smentire chi, evidentemente con eccessiva sicurezza, ci ricorda come il sindaco Montino in questi dieci mesi sulla sicurezza abbia già fatto molto di più della precedente.”, scrive il consigliere comunale di NCD William De Vecchis.”, che poi prosegue. “In lingua volgare si direbbe: chi si loda spesso si sbroda. Bombe, rapine, furti sono ormai all’ordine del giorno. Una escalation criminale che mai si era vista. Oggi siamo di fronte all’ennesimo episodio criminale. Qualcuno forse dovrebbe ricredersi sull’effettiva validità di quelle passeggiate della legalità alle quali ha voluto affibbiare l’etichetta di ronde con tanto di sceriffi e manganelli pronti ad agire.”

Secondo il consigliere di opposizione non si può sottovalutare la carenza degli organici delle forze dell’ordine, che valuta sottodimensionate rispetto all’estensione di un territorio tra i più estesi d’Italia. “Serve una presa di posizione forte del sindaco Montino nei confronti del Prefetto, e soprattutto è necessario portare avanti gli impegni presi davanti al consiglio comunale che proprio poche settimane fa, approvando un ordine del giorno presentato dall’opposizione su proposta dei Comitati per la legalità, aveva chiesto la convocazione del comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico”. Tra le altre richieste, anche quella “di procedere alla costituzione di un tavolo permanente tra tutte le forze di polizia operante sul territorio per mettere in atto un miglior coordinamento possibile e promuovere tutte le procedure e azioni che possano contrastare il grave fenomeno delinquenziale che sta invadendo il nostro comune. Tra queste: l’apertura della tenenza dei carabinieri, la querelle della caserma dei carabinieri in via della Foce Micina, il potenziamento degli organici della Polizia di Stato, lo sblocco del bando per l’assunzione degli agenti di polizia locale.”