ROMA, IMPRONTA SU MOUSE INCHIODA RAPINATORE DI BANCHE

Il rapinatore, a volto scoperto e con accento campano, fece irruzione nell’istituto di credito armato di taglierino e si fece consegnare da due addetti alle casse la somma contante di circa 20mila euro, fuggendo poi a piedi per le vie limitrofe. Pronte le indagini dei militari: dopo dopo aver visionato migliaia di immagini, i Carabinieri hanno potuto riconoscere il pregiudicato napoletano come l’autore della rapina. La conferma che si tratta dell’uomo giusto è arrivata poi dai riscontri dattiloscopici. Analizzando le immagini del sistema di video sorveglianza della banca secondo per secondo, i militari dell’Arma hanno notato che il malfattore durante le fasi della rapina in una sola occasione aveva toccato a mani nude il mouse di un computer: e lì è stata rilevata l’impronta ’galeotta’, che lo ha incastrato. I Carabinieri della Cassia unitamente ai colleghi di Napoli, hanno sorpreso il rapinatore alle prime luci dell’alba nella sua abitazione del quartiere napoletano di San Giovanni a Teduccio e gli hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Tivoli su richiesta della locale Procura della Repubblica. Ora si trova nel carcere di Poggioreale dove sarà interrogato nei prossimi giorni.