FIUMICINO, SI AI TAGLIA E RIORGANIZZAZIONE PRESIDI POLIZIA, MA NON A SCAPITO DEI CITTADINI

Secondo i democrat, “pur non essendo contrari a una concreta riorganizzazione dei presidi di polizia orientata al risparmio di risorse, sono pronto a manifestare tutto il mio dissenso in merito all’intenzione del Governo di procedere alla soppressione della squadra nautica di Fiumicino e al declassamento della nostra sottosezione di polizia ferroviaria. I tagli previsti avranno inevitabilmente ripercussioni sulla sicurezza dei cittadini, e non solo.” Il PD di Fiumicino ha poi continuato la sua arringa, all’attenzione del primo cittadino: “Mi preme ricordare che la squadra nautica, ad esempio, è impegnata nella lotta all’abusivismo sulle spiagge che, oltre a comportare un danno per l’erario, costituisce un concorrenza illecita agli operatori commerciali che lavorano nel rispetto delle leggi. Mentre gli uomini della polizia ferroviaria recentemente hanno arrestato cinque ladri che avevano appena rubato 570 chili di rame dalle pompe idrovore di una società che lavora anche per l’aeroporto. Infine, c’è il problema del reimpiego del personale, fornito di un alto profilo professionale. In tutti i casi, non possiamo condurre sacrosante ’battaglie’ per rivendicare più pattuglie in strada e poi permettere che il territorio venga sguarnito in questo modo. Mi appello al sindaco Esterino Montino affinché, nell’ambito delle proprie competenze, attivi ogni iniziativa utile presso il Ministro dell’Interno per scongiurare i tagli previsti. Oggi più che mai, è necessario mantenere i presidi delle forze dell’ordine esistenti. Si può risparmiare colpendo gli sprechi e le duplicazioni organizzative, non tagliando servizi importanti per i cittadini.”