OSTIA, ARRESTATO PER SPACCIO DI DROGA A SEGUITO DI LITE FAMILIARE

A chiedere l’aiuto della Polizia un padre in lite con il figlio. La vittima ha riferito all’operatore della Sala Operativa della Questura, che il figlio – dopo una violenta lite – lo stava minacciando con una pistola. Con evidenti problemi di tossicodipendenza, l’uomo, all’arrivo delle pattuglie ha cercato la fuga; vistosi braccato ha puntato la pistola contro i poliziotti. Gli agenti dopo qualche momento di “studio” – date le delicatissime circostanze – hanno intrapreso un colloquio a distanza con l’uomo; mentre 2 agenti  non perdevano mai di vista i suoi movimenti, altri 2 sono riusciti a sorprenderlo. Dopo averlo disarmato, lo hanno bloccato. Oltre ad una calibro 8 modello 315 automatica il aveva nell’altra mano un busta con  2 ordigni artigianali, ora al vaglio degli artificieri per le verifiche del caso. Perquisito, è stato poi trovato in possesso di 100 grammi di marijuana, di denaro contante, oltre ad alcuni fogli con nomi e somme correlate, evidentemente relative all’illecita attività dello spaccio di sostanze stupefacenti. Identificato per C.M., 35enne romano già noto alle Forze dell’Ordine, l’uomo è stato accompagnato negli uffici del Commissariato di Ostia; dovrà rispondere per i reati di minacce, possesso illegale di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.