ROMA, MARINO E MORGANTE ANCORA DIVISI DAI TAGLI AL BILANCIO

Ebbene, una bozza già divulgata quella dell’Assessore al Bilancio Daniela Morgante in cui figuravano una serie di tagli ai vari dipartimenti. Percentuali negative per le politiche politiche sociali e per la cultura, per lo sport, per l’ambiente, per le attività produttive e via dicendo. L’unica percentuale a risultare positiva quella riguardante la scuola. Questo ha generato non poche polemiche durante l’assiste capitolina. «Da parte mia non c’è una chiusura – ha spiegato l’assessore Morgante – la mia è una proposta di bilancio, costruita su tasse basse e tariffe non aumentate. In questi due giorni di confronto sono emerse esigenze e proposte e ora dobbiamo capire come farle rientrare nel bilancio. Il bilancio sarà approvato entro il 30 aprile leggermente diverso il punto di partenza dell’assessore ai trasporti. La proposta di Guido Improta è quella di calcolare a monte quale cifra sia indispensabile per poi decidere ambiti e metodi di reperimento fondi.