OSTIA, 60ENNE ARRESTATO DOPO AVER AGGREDITO EX, FIGLIO E POLIZIOTTI

La vicenda ha avuto inizio quando l’uomo, dopo aver trascorso una serata in pizzeria in compagnia del figlio e dei due nipoti, è tornato in loro compagnia nello stabile dove questi ultimi risiedono. Mentre stava salendo le scale, D.F. ha incontrato la ex compagna, dalla quale si è separato e nei cui confronti nutre tuttora dei risentimenti. E’ bastato uno sguardo e qualche parola a far perdere le staffe all’uomo, che al culmine di un gesto d’ira ha estratto un grosso coltello dalla tasca ed ha tentato di colpirla. La donna, fortunatamente, risalendo velocemente le scale, è riuscita a rifugiarsi all’interno dell’appartamento della ex nuora, sfuggendo quindi ai fendenti dell’uomo. L’aggressore, prima di allontanarsi, è però riuscito a colpire il figlio, che nel frattempo era intervenuto per difendere la madre, ferendolo ad un braccio. Dopo pochi minuti, gli agenti hanno raggiunto il luogo della segnalazione ed hanno raccolto la testimonianza della vittima. Quando i poliziotti si sono accorti che l’uomo, dopo aver citofonato, stava tornando nell’appartamento, hanno deciso di appostarsi sul pianerottolo. L’uomo è uscito dall’ascensore e, ancora armato del grosso coltello, si è diretto verso la porta dell’abitazione. Gli agenti sono intervenuti, ed al termine di una colluttazione, nella quale hanno riportarlo diverse contusioni, sono riusciti prima a disarmarlo e poi a bloccarlo definitivamente. Accompagnato negli Uffici di Polizia, è stato al termine arrestato per tentato omicidio, lesioni aggravate e lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.