REGIONE LAZIO, UOMO PERSEGUITATO DA EX COLLEGA, ARRESTATA PER STALKING

L’uomo, messo alle strette, e preoccupato per l’incolumità dei suoi cari, ha deciso alla fine di raccontare tutto alla consorte, per avvertirla di cosa temeva potesse accadere. Ed è successo tutto ieri sera, quando la donna, 46enne di origini calabresi, si è presentata presso il domicilio dell’uomo suonando insistentemente il citofono, per poi prendere a calci il cancello ed introdursi in giardino scavalcando la recinzione. Una scena di follia, con la stalker che ha iniziato a lanciare oggetti contro le finestre dell’abitazione, comprese sedie e tavolo da giardino, è quella apparsa agli occhi degli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato Fidene – Serpentara, i quali hanno colto la donna aggrappata alla grata della finestra del salotto e sono riusciti, non senza fatica, ad allontanarla dopo aver ricevuto calci e pugni. La donna è stata arrestata, e dovrà rispondere dell’accusa di atti persecutori, violazione di domicilio aggravata, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.