ROMA, HA UN VOLTO L’AGENTE CHE HA PESTATO LA RAGAZZA DEL CORTEO