REGIONE LAZIO, 16 DENUNCIATI A PIEDE LIBERO DOPO CONTROLLI A TERMINI

Si tratta di nomadi romeni, tutti domiciliati ad Aprilia in provincia di Latina, di età comprese tra i 18 ed i 40 anni, che sono stati scovati all’interno della stazione ferroviaria o in prossimità della stessa, mentre girovagavano liberamente nonostante fossero già stati interessati da un provvedimento che li obbliga a non fare ritorno nella Capitale. Il foglio di via obbligatorio è una misura di prevenzione personale che prevede l’allontanamento dal territorio della città, con divieto di farvi rientro per un periodo non superiore a 3 anni, emesso nei confronti di tutte le persone trovate fuori dal territorio di residenza o dimora abituale che, sulla base di elementi di fatto, vivono abitualmente con i proventi di attività illecite e comunque giudicate “pericolose per la sicurezza pubblica”.