REGIONE LAZIO, ARRESTO PER 16 BORSEGGIATORI, IN QUATTRO SONO MINORI

Altre due persone, nomadi provenienti dal campo di La Rustica, di 15 e 16 anni, sono state “pizzicate” dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina, in piazza di Trevi, dopo aver derubato 120 euro e 10 mila yen ad una turista giapponese. Poco dopo, i Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo, all’interno della stazione metropolitana “Termini”, hanno bloccato una nomade di 28 anni, proveniente dal campo di via Pontina, dopo aver privato un turista olandese del portafogli. Sempre a bordo del bus 40, questa volta all’altezza di Piazza Venezia, i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno fermato altri due nomadi, entrambi di 21 anni e provenienti dal campo di via  Pontina. I due hanno rubato il portafogli dalla borsa di una turista svedese. Gli stessi Carabinieri, poco dopo, a bordo del bus 64, all’altezza di largo Argentina, hanno arrestato una 22enne nomade che ha sfilato il portafogli ad un turista austriaco. I Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto hanno invece arrestato due cittadini tunisini, rispettivamente di 24 e 28 anni, che all’interno della fermata metro “Termini”, sono stati sorpresi dopo aver rubato lo smartphone ad una turista. Sempre i Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto hanno arrestato due giovani nomadi di 14 e 16 anni che a bordo di un vagone della linea “A” della metropolitana, all’altezza della fermata “Barberini”, hanno alleggerito del portafogli con 380 euro, un turista straniero.   Infine i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro, hanno arrestato tre cittadini romeni, di 27, 30 e 35 anni che all’interno della fermata metro “Ottaviano” hanno derubato un turista italiano. In tutti i casi la refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari. I ladri maggiorenni sono stati trattenuti nelle varie caserme dell’Arma, in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo, mentre i minori sono stati accompagnati al Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli.