REGIONE LAZIO, UBRIACHI ED ARMATI PUNTANO UN BAR DI VIA PRENESTINA, GESTORE LI METTE IN FUGA

Gli agenti si sono messi al loro inseguimento a piedi e li hanno bloccati e disarmati, constatando che la pistola in loro possesso, una calibro 7,65 con colpo in canna e cane armato, risultava essere collegata ad un furto denunciato in gennaio. I Carabinieri hanno rinvenuto anche un sacchetto di stoffa, all’interno del quale i due ucraini avevano riposto un caricatore vuoto per pistola calibro 7,65 ed altre 7 cartucce di due diversi calibri. Da accertamenti e rilievi successivi, eseguiti anche grazie all’intervento dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di via In Selci, è stato inoltre appurato che i due ladri avevano già sparato un colpo sul parabrezza di un’auto, parcheggiata non lontano dal bar, poco prima della rapina probabilmente per testare il funzionamento dell’arma. I due malviventi sono ora detenuti nel carcere di Regina Coeli, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dovranno rispondere dei reati di concorso in tentata rapina aggravata dall’uso delle armi e danneggiamento.