LAZIO, REQUISITI GLI IMPIANTI TMB DI MANLIO CERRONI

Si lavora ancora ad una soluzione per il problema dei rifiuti romani. Alla fase di stallo susseguente la requisizione degli impianti di trattamento di Manlio Cerroni, dovuta all’inchiesta che lo ha coinvolto, il comune non può avere rapporti con le società del Gruppo Cerroni. Senza i due impianto di Malagrotta, però, la capitale non sa che fine potranno fare i suoi rifiuti. Proprio durante l’incontro del 9 aprile scorso il Ministro dell’Ambiente Galletti aveva stabilito che Comune e Regione avrebbero dovuto illustrare il loro progetti per la risoluzione del problema rifiuti. Proprio in quel frangente il Prefetto Pecoraro aveva avanzato l’ipotesi della requisizione in uso. In questo senso sta ora lavorando il Ministero dell’Ambiente, ad una norma che prevede che il Governatore della Regione Lazio o il Sindaco abbiano i poteri per requisire impianti come quelli di Manlio Cerroni inutilizzabili a causa di inchieste giudiziarie poiché altrimenti subentra una situazione di rischio per salute pubblica e ambiente.