ROMA, 12 ARRESTI E UN INGENTE QUANTITATIVO DI DROGA RECUPERATO IN 24 ORE

Gli arresti dei 12 pusher sono avvenuti tutti in flagranza di reato, in particolare sono finiti in manette cinque cittadini romani e sette stranieri, (due del Gambia, uno spagnolo, un tunisino, due del Mali ed uno della Costa D’Avorio), perlopiù già noti alle forze dell’ordine e di età compresa tra i 23 ed i 56 anni. Si tratta di spacciatori che vendevano droga in buona parte fuori dai locali e nei luoghi della movida. Nel corso dell’operazione di controllo, che ha visto impiegate anche unità cinofile, sono stati sequestrati 2 chili di stupefacenti tra marijuana, hashish e cocaina e oltre 7500 euro in denaro contante, trovati nelle disponibilità dei pusher e probabile provento della loro attività illecita. Ventidue invece sono le persone identificate dai Carabinieri e segnalate al competente U.T.G., in qualità di consumatori abituali di stupefacente. Tutti i pusher, dopo l’arresto, sono stati accompagnati in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. Dovranno rispondere del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.