ANZIO, RINVIO AL 20 MAGGIO CONSIGLIO PER APPROVAZIONE RENDICONTO 2013. ZUCCHINI: “NO ULTERIORI RITARDI”

Un posticipo dovuto alla necessità di consentire agli Uffici Comunali di adeguare gli atti del Rendiconto 2013, in seguito ai rilievi sollevati dal Collegio dei Revisori dei Conti. “In particolare – osserva Zucchini – dovranno essere chiarite le risultanze contabili con la Tesoreria (Unicredit) ed adottate le determinazioni dei residui attivi e passivi da parte dei singoli Responsabili di Servizio dell’Ente”. Il Vicesindaco solleva la questione dell’efficienza della classe dirigenziale. “È del tutto evidente che, nonostante i Dirigenti mi avessero certificato la completezza della documentazione riferita al Rendiconto 2013, la macchina amministrativa del Comune mostra segni di inefficienza. La considerazione che ne consegue – osserva Zucchini – è la necessità di rimodulare indennità e premio di risultato a vantaggio di quest’ultimo con altri valori premianti relativi ai parametri di efficienza, puntualità e gradimento dell’utenza rispetto ai servizi erogati”.Un impegno che, per il Vicesindaco, non dovrà essere oggetto di ulteriori procrastinazioni. “L’attività di formazione di atti qualificanti quali il Bilancio preventivo e consuntivo non può essere ulteriormente ritenuta, da parte della Dirigenza, un’attività noiosa e residuale. Al contrario tutti devono impegnarsi molto di più al fine di rendere servizi dovuti alla cittadinanza nonché all’Amministrazione che è impegnata ad attuare il programma amministrativo che gli stessi cittadini hanno scelto. Ribadisco – conclude Zucchini – che l’Amministrazione è impegnata a rispettare tutte le leggi e tutti gli adempimenti, compresi quelli in materia di trasparenza e che non potranno più essere tollerati ulteriori ritardi da parte di nessuno”.