CERVETERI, LA PERIFERIA MARTORIATA DAI FURTI. “SENSO DI ASSEDIO. CHIEDIAMO PIU’ AGENTI”

0
56

I reati sembrerebbero verificarsi ormai a tutte le ore del giorno e con una complicata organizzazione alla base. “Come Comitato – scrive Bucchi – sentiamo il dovere di ringraziare le forze dell’ordine per il lavoro di investigazione e pattugliamento che svolgono nella zona, costrette a prodigarsi su più fronti con forte senso dello Stato nonostante le poche risorse umane a disposizione. Ciò nonostante, non possiamo non denunciare il senso di assedio e di terrore percepito dai cittadini tutti e in particolar modo da: bambini, donne e anziani costretti a barricarsi in casa mentre i malviventi a causa forse della mancanza della certezza della pena si muovono indisturbati in tutta tranquillità e sicurezza”. Nella comunicazione rivolta al Sindaco ed al Presidente del Consiglio, Bucchi rivolge anche dei quesiti specifici. “Chiediamo di sapere se l’amministrazione comunale si è attivata affinché venga convocato con urgenza il Comitato Provinciale per la sicurezza; quali iniziative sono state intraprese a livello comunale per garantire una maggiore sicurezza dei cittadini; se è stato chiesto lo stato d’emergenza al Ministro dell’Interno e l’invio di un maggior numero di risorse umane appartenenti alle forze dell’ordine per un presidio almeno temporaneo della zona”.