ROMA, 27ENNE UCCISO, A SPARARE IL PADRE DELLA COMPAGNA

A seguito di una violenta lite tra i due giovani il 27enne a spintonato la compagna che a quel punto ha deciso di prendere il figlio, di 20 mesi, e fuggire dai genitori. Il ragazzo allora ha deciso di raggiungere la casa dei suoceri, forse per convincere la compagna a tornare a casa. Presso l’abitazione dei genitori della ragazza è iniziata la lite, al termine della quale, il padre di lei ha estratto una pistola, regolarmente denunciata, e ha sparato un colpo al cuore del ragazzo, uccidendolo sul colpo. L’uomo si è quindi  allontanato in preda al panico, ma è stato preso e arrestato nel giro di venti minuti dai carabinieri della pattuglia della stazione di Marino e del nucleo operativo di Castel Gandolfo e portato nel carcere di Velletri. Ora dovrà rispondere all’accusa di omicidio volontario.