CERVETERI, DUE SURFISTI SALVATI PER UN PELO DALLA FURIA DEL MARE

Per loro fortuna, sono stati avvistati dal sig. Matteo Monaco, che si trovava presso l’Associazione Nautica Campo di Mare, il quale, intuite le difficoltà in cui si trovavano i due, ha prontamente messo in acqua un pattino e, lottando con le onde, è riuscito a riportarli a riva. Il pattino, partito dall’Associazione Nautica, non è riuscito a rientrare a terra se non ben oltre lo Stabilimento Ezio alla Torretta!!!; il sig. Monaco durante l’intervento ha, tra l’altro, perduto il telefonino in acqua. Il tutto in condizioni meteo impossibili, con mare molto agitato e vento che sollevava le onde e spazzava il piazzale/parcheggio, alzando turbinii di polvere (a quando la soluzione???) come se ci si trovasse in pieno deserto. Nonostante ciò, i surfisti sono entrati in acqua, mettendo a repentaglio la loro ed la altrui vita. Inutili i richiami alla prudenza ripetutamente urlati in passato: la natura, ed in questo caso specifico il mare, vanno rispettati. L’Assobalneari Marina di Cerveteri stima che i bagnini in servizio presso gli Stabilimenti traggono in salvo, mediamente, 100 / 120 persone ogni stagione estiva, cifre che dovrebbero far riflettere ed indurre tutti alla massima prudenza.