CERVETERI, PRONTO L’IMPIANTO DI DEARSENIFICAZIONE DE “I TERZI”

“Al centro dell’incontro – ha detto Andrea Mundula, Assessore alla Tutela e Organizzazione del Territorio – ci sarà il programma di interventi di ammodernamento della rete idrica de I Terzi. Come avevamo già annunciato, a margine della riunione del 2 aprile scorso a Tragliatella, insieme al Delegato di Zona Riccardo Pelliccioni abbiamo richiesto al Commissario straordinario di Arsial, dott. Antonio Rosati, e al Presidente di Acea Ato2, dott. Sandro Cecili, di poter incontrare i cittadini de I Terzi anche all’interno del territorio di Cerveteri, raccogliendo subito la loro disponibilità. Invitiamo i cittadini a partecipare all’incontro per avere un quadro chiaro e approfondito di quale sia la situazione delle reti e di come si intendono risolvere i problemi che oggi interessato l’infrastruttura”. Poco prima di aprire l’incontro pubblico, alle ore 17.30, l’Amministrazione comunale di Cerveteri insieme alla Multiservizi Caerite invitano i cittadini de I Terzi ad un altro incontro pubblico. Si tratta del simbolico taglio del nastro dell’impianto di dearsenificazione che è già entrato in funzione in Piazza Tisserant, proprio di fianco alla scuola elementare. La nuova “fontanella” eroga gratuitamente acqua dearsenificata potabile e sicura. “Siamo molto soddisfatti di aver installato e messo in funzione in tempi brevi questo impianto che, finalmente, interviene su un problema importantissimo per I Terzi – ha detto Alessandro Gazzella, Presidente della Multiservizi Caerite – in una zona centrale della Frazione è possibile rifornirsi gratuitamente di acqua potabile sempre fresca. Inoltre, grazie ad un accordo stretto dalla Multiservizi con la società Logica Srl, il nuovo impianto non è costato assolutamente nulla ai cittadini di Cerveteri”. “Restano comunque disponibili – ha detto l’Assessore Andrea Mundula – le due cisterne da 4mila litri che Acea Ato2 ha posizionato in Piazza Falcone e su Via Casetta Mattei. Anche qui è possibile rifornirsi quotidianamente di acqua potabile in modo gratuito”.