ROMA, IL 24 E 25 MAGGIO LA GIORNATA NAZIONALE DEL BIOLOGO NUTRIZIONISTA

Patologie correlate all’obesità quali l’ipertensione, l’intolleranza glucidica, il diabete, la steatosi epatica, solo per citare qualche esempio, non sono più esclusive delle persone adulte ma iniziano, in maniera preoccupante, a interessare i bambini in età scolare. Così come pasti consumati frettolosamente e fuori casa e ritmi di vita incalzanti portano a scegliere junk food, fast food, maxi porzioni, alimenti iperconditi e bibite zuccherate. Per questo è fondamentale l’educazione alimentare. Con questa idea è nato il progetto della «Giornata Nazionale del Biologo Nutrizionista» che sabato 24 e domenica 25 maggio vedrà schierati numerosi biologi nutrizionisti che presteranno volontariamente e gratuitamente la loro opera professionale all’interno di stand organizzati in più studi di consulenza. Saranno effettuate, a chi ne farà richiesta, interviste alimentari e dello stile di vita, valutazioni antropometriche e dello stato nutrizionale. L’iniziativa è stata organizzata da La Scuola di Ancel Nutrizione Informazione Prevenzione e patrocinata dell’ENPAB la cassa di previdenza dei Biologi. Il tutto sarà inoltre esteso, dal prossimo anno, all’intero territorio nazionale. L’evento, il primo in Italia, partirà in via sperimentale in quattro città dalle 10,00 alle 18,00.

• Roma, Piazza Mastai in Trastevere
• Milano- Sesto San Giovanni, Piazza Santa Maria Ausiliatrice
• Napoli, Piazza Trieste e Trento
• Bari, Piazza del Ferrarese

Il servizio, finalizzato a individuare potenziali criticità per il benessere della persona, si prefigge di aumentare la consapevolezza delle scelte alimentari e sensibilizzare sulle ripercussioni dell’eccesso ponderale sullo stato di salute.