ROMA, CONTROLLI NEL WEEKEND: 14 ARRESTI, 6 DENUNCIE E 2,5 KG DI SOSTANZE STUPEFACENTI SEQUESTRATE

I servizi di controllo e le verifiche hanno visto impegnati gli equipaggi del Reparto Volanti e dei Commissariati anche con l’impiego di unità cinofile, per la prevenzione dei reati di microcriminalità e lo spaccio di stupefacenti.  Effettuati accertamenti anche a carattere amministrativo, che hanno interessato diversi esercizi commerciali ai quali sono state contestate violazioni con conseguente sanzione pecuniaria. Il primo arresto per spaccio è stato effettuato a San Basilio. A seguito di un indagine sulla droga, gli investigatori del Commissariato hanno individuato l’abitazione di uno spacciatore, successivamente arrestato; B.P., queste le iniziali del 40enne romano, nascondeva all’interno della propria abitazione oltre 1 kg di sostanza stupefacente tra marijuana (210 gr) e hashish (800 gr). Faceva invece la “spola” tra la sua auto e un bar di viale Nusco, nella zona di Torre Angela, un 25enne romano poi arrestato. Nella circostanza il giovane era stato notato da una Volante della Polizia spostarsi continuamente dal bar verso un’auto parcheggiata poco distante; fermato e identificato per L.V., è stato trovato in possesso di diverse dosi di cocaina, all’interno dell’auto erano nascosti altri 3 panetti di hashish e alcune dosi di marijuana per un peso complessivo di 400 gr.    Ad essere bloccato in via Principe Amedeo è stato invece un 39enne egiziano individuato dal fiuto del cane poliziotto del Reparto cinofili della Questura. L’uomo, fermato e identificato per E.A.M.S., è finito in manette dopo essere stato perquisito e trovato in possesso di un panetto di hashish del peso di 60 gr. Sempre nella zona di Viminale, in via Manin, è stato sorpreso un 25enne originario del Mali mentre cedeva alcune dosi di marijuana ad un cliente; subito bloccato da una Volante, è stato trovato in possesso di 35 gr di sostanza stupefacente, celata negli slip. Subito dopo un suo connazionale è stato fermato all’uscita di un bar su via Lamarmora, dove gli agenti lo avevano visto avere brevi colloqui con diverse persone, ed è stato arrestato perché trovato in possesso di 6 dosi di eroina. Un altro arresto per spaccio è stato effettuato in via Napoleone III all’Esquilino. Qui l’attenzione degli agenti è stata attirata da un giovane con un grosso zaino sulle spalle. Fermato per essere identificato, è apparso subito insofferente al controllo di Polizia, infatti B.L., 18enne malese, nascondeva nel suo zaino oltre 500 gr di marijuana. Anche per lui sono scattate le manette per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella zona di Trastevere sono poi stati arrestati due cittadini rumeni. I due stranieri, in evidente stato di alterazione dovuto all’abuso di sostanze alcoliche, hanno aggredito gli agenti al momento del controllo. Fermate e denunciate in stato di libertà anche due giovani, anch’esse cittadine rumene, autrici di due tentativi di scippo in piazza Mastai e piazza Sant’Egidio. Sono inoltre stati denunciati anche 3 cittadini egiziani bloccati dai poliziotti dopo aver tentato di effettuare acquisti in un negozio con denaro falso. 5 gli arresti effettuati invece nella zona del Pigneto. Tre Tunisini sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, poiché trovati in possesso di numerose dosi di marijuana; alla vista dei poliziotti hanno provato ad allontanarsi, ma sono stati immediatamente bloccati. Altri due pusher, sempre di nazionalità tunisina, sono invece stati arrestati perché in possesso di 250 gr. di marijuana e di un coltello con lama di 35 cm. 400 grammi di marijuana, 40 di hashish, 1 piantina, semi e 1 bilancino di precisione è, invece, quanto hanno trovato e sequestrato nell’abitazione di  P.D., un 37enne di Lariano, gli agenti del Commissariato di Velletri, che hanno concluso ieri un’indagine che li ha portati sulle tracce dello spacciatore. Avvalendosi della collaborazione del Reparto Cinofili, con i cani poliziotto Condor e Amper, gli agenti hanno individuato l’abitazione dell’uomo come una possibile base per lo spaccio. A seguito della perquisizione e al conseguente ritrovamento della sostanza stupefacente per il 37enne è scattato l’arresto. Durante le attività di pattugliamento un cittadino straniero è stato denunciato perché inottemperante all’ordine del Questore di allontanarsi dal territorio nazionale. Sono stati effettuati anche una serie di controlli amministrativi nelle zone di San Lorenzo e Trastevere. Verifiche che hanno riguardato soprattutto quelle attività commerciali dette “negozi di vicinato”, col fine di arginare le illegalità spesso collegate alla movida come, ad esempio, la vendita di alcolici a basso costo e fuori dagli orari stabiliti. Ad due titolari di questi negozi, uno a San Lorenzo e l’altro a Trastevere, sono state comminate sanzioni amministrative per complessivi 13.200 euro a causa del mancato rispetto degli orari di vendita di bevande alcoliche.