ROMA, CONTROLLI SERRATI A PIGNETO E SAN LORENZO: 3 ARRESTI E UNA DENUNCIA A PIEDE LIBERO

0
89

In questi quartieri, ritrovo di migliaia di persone soprattutto nelle ore serali e notturne, i militari stanno portando avanti una meticolosa attività finalizzata a garantire la possibilità di trascorrere con gli amici una piacevole e serena serata, a dare risposte concrete alle lamentele avanzate dai residenti per eventuali situazioni di disagio sofferte e a difendere questi quadranti della città da potenziali condizioni di degrado. Il bilancio della serata di ieri è di 3 pusher arrestati: si tratta di un cittadino del Mali e uno del Senegal, rispettivamente di 20 e 19 anni, entrambi nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, che sono stati sorpresi in piazza del Pigneto dai Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste, mentre tentavano di vendere delle dosi di marijuana a un loro “cliente”. Al termine di un prolungato servizio di osservazione e pedinamento, iniziato in via del Torraccio di Torrenova e concluso in via Ascoli Piceno, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Vergata hanno bloccato un altro cittadino del Mali di 23 anni. Il giovane, conosciuto alle forze dell’ordine per i suoi loschi traffici, è stato tenuto d’occhio finché non è stato colto a vendere delle dosi di marijuana ad un’altra persona. Sempre in piazza del Pigneto, infine, i Carabinieri della Stazione Roma Tuscolana hanno fatto scattare le manette ai polsi di un cittadino senegalese di 19 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, mentre stava contrattando la cessione di alcune dosi di marijuana con un giovane conoscente. A San Lorenzo, invece, i Carabinieri della locale Stazione e della Compagnia Roma piazza Dante hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo nei confronti di una paninoteca di via dei Sabelli. Il provvedimento, emesso dal Tribunale di Roma, è scaturito dalle innumerevoli segnalazioni effettuate dai residenti della zona che denunciavano i continui schiamazzi e rumori provenienti dall’esercizio commerciale, soprattutto a notte fonda. I militari, insieme ai tecnici dell’A.R.P.A. Lazio, hanno documentato questa situazione eseguendo, con degli strumenti ad hoc, le rilevazioni delle emissioni sonore i cui risultati, assolutamente fuori norma, sono stati poi trasmessi all’Autorità Giudiziaria. Nella fattispecie, il titolare della panineria non ha per niente preso bene il motivo della “visita” dei Carabinieri nel locale, a tal punto che ha deciso di apostrofarli e minacciarli. Per questo motivo l’uomo, un romano di 36 anni, è stato denunciato a piede libero.