POMEZIA, SINDACO FUCCI: INCONTRO CON I CITTADINI DI S. PROCULA

Ciò che ha caratterizzato questo incontro, al quale i cittadini hanno partecipato numerosi, è stato il clima in cui si è svolto: c’è stata in prevalenza massima attenzione, capacità di ascolto e rispetto per le opinioni reciproche tra cittadini e autorità.

Il presidente del Comitato, ingegnere Leonardo Mecca ha aperto i lavori e, dopo aver dato il benvenuto al Sindaco, ringraziandolo per aver accettato l’invito e aver dato la parola al padrone di casa, padre Giuseppe, ha iniziato a esporre in modo sintetico una serie di argomenti quali:

  • Servizi primari – Il problema più grave è la mancanza di un acquedotto pubblico che rifornisca di acqua potabile, un territorio a rischio di falde acquifere inquinate che potrebbero nuocere gravemente alla salute, tanto che nel 2013 è stata emessa una ordinanza, la quale obbliga i proprietari di pozzi privati a fornire il requisito di potabilità delle acque, dove i prelievi e le analisi hanno dei costi elevati e insostenibili da parte di molte famiglie. Da qui la necessità di un monitoraggio per individuare le cause e trovare una soluzione su detto territorio da parte degli organi preposti. A questo si aggiunga la necessità di completare la rete fognaria in tutte le zone sprovviste, come ad esempio il tratto su via Laurentina e la strada che porta al Villaggio Bravetti, evitando come succede in alcuni casi, lo sversamento nei fossi. Le condutture del metano sono invece state realizzate e collaudate da parte della Società Edison e pertanto i cittadini possono chiedere l’allaccio.

  • Sicurezza e viabilità – Nelle strade del quartiere, con carreggiata solitamente ridotta, c’è un intenso transito di mezzi pesanti con punti a transito alternato non segnalato. Ad esempio via delle Monachelle e via della Maggiona è per la maggior parte inadeguata al transito con un manto stradale pessimo. Inoltre davanti alla scuola materna deve essere ancora sistemato il marciapiede, così come spostato il palo elettrico lato chiesa S.Isidoro.

  • Scuole Alla scuola materna non arriva ancora la conduttura dell’acqua potabile e ci sono problemi di manutenzione delle cisterne. In una zona così popolosa manca la scuola media. I locali antistanti la parrocchia, attualmente vuoti, potrebbero essere utilizzati come palestra per i ragazzi in quanto a tutt’oggi la scuola risulta ancora sprovvista, per esercizi commerciali con articoli utili agli studenti, un centro di aggregazione per i giovani e gli anziani, area attrezzata con dei giuochi per i bambini in piazza Araldo di Crollalanza.

  • Trasporto pubblico locale – Non consente ai residenti un soddisfacente servizio per gli spostamenti verso Pomezia centro e la Stazione di S.Palomba. Per questo il Comitato ha avuto contatti con gli uffici dell’assessorato ai trasporti della Regione Lazio, per incrementare anche il trasporto extraurbano nel tratto di via Laurentina / S.Procula.

  • Tutela ambiente – Il comitato partecipa attivamente a tutte le iniziative a tutela della salute in tema di smaltimento dei rifiuti. In linea con questo si attende l’avvio della raccolta porta a porta per ridurre la quantità di rifiuti che vanno in discarica. Un pericolo è costituito dai cassonetti che sono disposti lungo la carreggiata e costituiscono un pericolo.

  • La rete ADSL – La rete indispensabile per privati e attività produttive non è presente in gran parte del territorio e si chiede al Sindaco di sollecitare i gestori.

  • Affidamento lavori ad aziende locali – A fine di sostenere la sopravvivenza delle attività agricole del territorio, si propone all’amministrazione comunale di darne la possibilità di partecipare ad eventuali bandi di gara per l’affidamento de i lavori di sfalcio e di pulizie giardini pubblici e spiagge ad aziende attrezzate e del posto.

  • Presenza di numerose aziende commerciali e produttive locali – Stabilire delle sinergie tra Amministrazione Comunale e dette aziende in difficoltà, per scongiurare la loro chiusura e la ulteriore perdita di posti di lavoro di molti residenti.

  • Percorso Tav Pomezia-S.Palomba: Indispensabile per alleggerire il traffico sulle arterie esistenti non adeguate e per un collegamento veloce con la stazione S.Palomba, per utilizzare i treni.

Ad integrazione dell’esposizione dell’ing. Mecca è intervenuto il presidente Curi del Comitato di quartiere “Monachelle alta” , il quale ha spiegato che il suo comitato si è costituito allo specifico scopo di contribuire a risolvere il gravissimo problema della mancanza di acqua potabile in collaborazione con il Comitato di quartiere S. Procula, mediante un progetto di autofinanziamento con la società Edison, ma data la complessità delle procedure, richiede la partecipazione fattiva del Comune. E’ intervenuto anche il presidente del comitato NODISCARICA a cui aderiscono i vari comitati di quartiere il quale ha chiesto aggiornamenti sulla TAV S.Palomba – Pomezia. A questo punto è intervenuto il Sindaco che, dopo aver ringraziato dell’invito, ha premesso che, nonostante l’attività dell’amministrazione sia condizionata dalla situazione di debito ereditata, ci sono grandi possibilità di conseguire risorse mediante la presentazione di progetti entro la fine dell’anno per usufruire dei finanziamenti europei. Per quanto riguarda il problema dell’acqua si deve risolvere prima quello della portata insufficiente che l’Acea Ato 2, non intende aumentare sino a che il Comune non avrà pagato il debito pregresso che ammonta a circa 5 mln di euro. Il Sindaco, ha inoltre in corso riunioni con la ASL per cercare di risolvere il problema dell’elevato costo delle analisi delle acque dei pozzi. Per la viabilità è prossima la realizzazione di due rotatorie su via Laurentina all’altezza di via delle Vittorie e di via Maggiona. Per la Tav sono in corso riunioni in regione, nel corso delle quali si è pensato di individuare un tracciato meno invasivo del territorio e che utilizzi una rete di comunicazione già presente: a giorni si saprà il percorso definitivo. La regione sta imponendo a tutti i comuni un taglio del costo dei trasporti: l’amministrazione ha presentato una relazione per evitarne la riduzione tenuto conto della vastità del territorio ed entro 30 giorni la commissione si esprimerà. Il costo del trasporto scolastico è stato ridotto da 1,8 a 1 mln. La raccolta differenziata estesa a tutto il territorio è uno degli obiettivi importanti ma è procrastinata dall’annullamento dell’attuale bando per un errore e la riemissione di uno nuovo: i tempi previsti sono i primi mesi del 2015 e sarà richiesta la collaborazione del volontariato per il monitoraggio. A breve verranno installate 5 telecamere per sorvegliare ed impedire l’abbandono di rifiuti….Per la salute si dovrebbe realizzare un registro tumori. Per quanto concerne la ADSL tra i progetti europei priorità viene data all’estensione della rete e verranno dati finanziamenti ai gestori: il Sindaco dovrà rappresentare le carenze e le esigenze dei territori. Infine per l’affidamento dei lavori vari ad aziende locali l’amministrazione affiderà i lavori secondo bandi di gara. Ci sono stati poi altri interventi da parte dei cittadini che hanno rimarcato le problematiche già enunciate sull’acqua, fogne e trasporti e viabilità. A conclusione dell’incontro rivelatosi estremamente costruttivo, perché ha dato la possibilità di dialogare in modo pacato e propositivo, il presidente del Comitato di S.Procula Leonardo Mecca, ha ringraziato i numerosi partecipanti e il Sindaco per la disponibilità dimostrata, formulando la richiesta che queste occasioni si ripetano periodicamente.