REGIONE LAZIO, INCONTRO AL SENATO SU TEMA REGOLAMENTAZIONE FARMACI OMEOPATICI

Nonostante il trend positivo case farmaceutiche e associazioni di consumatori sono in allarme. L’intero comparto corre oggi il rischio di sconcertanti novità, dovuto al vuoto normativo che riguarda l’ambito ed alla scadenza per la commercializzazione troppo ravvicinata. A breve, secondo la ricerca, il settore produttivo potrebbe vedere compromessa la produzione di questi farmaci con la connessa chiusura di numerose aziende italiane la cui attività sarebbe ridotta alla sola commercializzazione di medicinali prodotti da aziende straniere. Dall’altra parte i consumatori rischiano di trovarsi privati del diritto alla scelta delle cure. “In Italia – spiega il Dott. Giovanni Gorga, Consigliere Direttivo Omeoimprese – tutti i medicinali omeopatici attualmente commercializzati godono di un’autorizzazione del Ministero della Salute che scade il 31 dicembre 2015”. Da qui la sollecitazione ad AIFA, Ministero della Salute e Parlamento perché si affronti subito la questione nelle sedi istituzionali. Proprio questo lo scopo del convegno che si terrà martedì 24 giugno al Senato della Repubblica – Sala Zuccari (Palazzo Giustiniani) sul tema “Verso una Nuova Regolamentazione dei Medicinali Omeopatici”. L’ incontro, organizzato in collaborazione con l’Osservatorio Sanità e salute, il quale sarà un momento di confronto tra operatori del settore e rappresentanti delle istituzioni.  Si farà nell’occasione il punto sull’urgenza di un aggiornamento che tenga conto delle esigenze dei pazienti, dei medici e dell’industria omeopatica italiana. L’incontro sarà aperto dal Presidente dell’Osservatorio, Sen. Cesare Cursi,  vedrà inoltre la partecipazione del Dott. Giovanni Gorga, Consigliere Direttivo Omeoimprese, del Dott. Francesco Marino, Vicepresidente FIAMO (Federazione Italiana Associazioni Medici Omeopati) e Presidente LMHI (Liga Medicorum Homeopathica Internationalis) per l’Italia e del Dott. Mario Ciampi, Vicedirettore Generale MOIGE (Movimento Italiano Genitori). Al dibattito parteciperanno inoltre numerosi parlamentari componenti le Commissioni Igiene e Sanità del Senato e Affari Sociali della Camera dei Deputati, e concluderà i lavori il Sottosegretario alla Salute, On. Vito De Filippo.