ARDEA, IOTTI: “AVVIARE NUOVA STAGIONE DI PROGRAMMI”

Come capogruppo del Nuovo Centrodestra intendevo lanciare un campanello d’allarme che evidentemente non è stato recepito. L’obiettivo era quello di anticipare i tempi e affrontare la crisi politica prima della sua manifestazione più acuta”. Nella sua nota stampa, Iotti continua poi così: “A tal proposito, ritengo doveroso fare chiarezza sulle voci circolate nei giorni scorsi circa la festa del Patrono. È troppo banale e poco credibile la favola che parte della maggioranza fosse contraria. La verità è che ci si aspettava per una città a vocazione turistica, oltre al giustissimo contributo per la festa del Patrono, la deliberazione di un cartellone dell’Estate Ardeatina 2014 che comprendesse un riconoscimento minimo per tutte le associazioni e le parrocchie che da giugno a settembre con spettacoli e festeggiamenti rendono vivo il territorio. Cosi, per ora, non è stato e le reazioni si sono fatte sentire. Ma a questo punto non si può più temporeggiare. Se questa amministrazione vuole andare avanti deve avviare una nuova stagione di programmi e obiettivi per la città e i cittadini. Con senso di responsabilità e compattezza bisogna mettere da parte veleni e rancori e andare dritti al centro del problema perché il momento storico ci impone di sfidare la crisi economica con azioni e decisioni – ha aggiunto – Allo stesso tempo dal punto di vista politico credo sia fondamentale mettere in atto una strategia in grado di ricompattare tutte le forze politiche del centrodestra rendendo partecipi dell’azione di Governo i rispettivi rappresentanti che hanno contribuito all’elezione del sindaco. Inoltre, ritengo necessario anche ristabilire un dialogo costruttivo e maturo con la minoranza perché determinate scelte amministrative andrebbero fatte dall’intero Consiglio comunale in rappresentanza dell’intera città. La storia insegna che le grandi crisi spesso precedono il raggiungimento di grandi risultati. Credo sia giunto il momento di dimostrarlo anche ad Ardea”.