POMEZIA, PD PREOCCUPATO PER LA SICUREZZA IN MARE

. È accaduto ieri a Torvaianica, verso le 12:30, mentre il tunisino faceva il bagno in una spiaggia libera poco distante dal chiosco “Piccolo Porto”. Dalle prime impressioni, sembra che l’uomo, residente ai Castelli Romani, abbia avuto un malore dovuto al fatto che, poco prima di immergersi aveva bevuto una bevanda ghiacciata. Ad accorgersene alcuni bagnanti che hanno trovato l’uomo in mare e che hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti la Capitaneria di Porto di Roma e i Carabinieri di Pomezia ed i sanitari del 118, che hanno potuto solo constatare il decesso dell’uomo, che era andato da solo in spiaggia. Nella spiaggia libera dove è avvenuta la disgrazia non è presente il servizio di assistenza alla balneazione. Proprio di questo e altri episodi ha parlato Mengozzi: “Sabato scorso diverse persone sono state ricoverate per rischio annegamento a Torvaianica. Ieri poi la tragedia dell’uomo deceduto in mare. Episodi, questi come altri già avvenuti nei giorni passati, che si sono verificati tutti nei tratti di spiaggia libera dove il comune in passato garantiva il servizio di assistenza bagnanti, che invece quest’anno – come nel precedente – non è stato attivato. Garantire la sicurezza sull’intero territorio comunale dovrebbe essere la prima cosa che deve fare un sindaco. Ma questo forse a Fucci sfugge, troppo impegnato a trovare il modo per organizzare i party sulla spiaggia per pensare ai baywatch”.