APRILIA, LOTTA ALLE ZANZARE: NUOVE POLITICHE AMBIENTALI

All’iniziativa pubblica, in rappresentanza dell’Amministrazione, hanno preso parte il Vicesindaco Franco Gabriele e l’Assessore all’Ambiente Alessandra Lombardi. Nel corso dei lavori sono intervenuti Ivana Zardin, animatrice di una comunità romana per la lotta sostenibile alle zanzare, il dottor Pietro Massimiliano Bianco, ricercatore dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, il professor Roberto Ronchetti, presidente della sezione laziale di Medici per l’Ambiente, il professor Giuseppe Altieri, agroecologo, Francesco Lo Cicero, apicoltore e presidente dell’Associazione Mercato Contadino di Aprilia. Tra il pubblico, rappresentanti del Gruppo di Studio Ambiente e Salute, rappresentanti delle imprese di disinfestazione operanti ad Aprilia, rappresentanze dei comitati di quartiere e di alcune associazioni locali. Le relazioni del convegno hanno voluto dimostrare come la tradizionale lotta alle zanzare, cosiddetta adulticida, ha fatto rilevare dati preoccupanti per le persone, per la salute dell’ambiente, per le colture. Ciò anche a fronte di forti dubbi sulla sua efficacia nel risolvere il problema delle zanzare. Infatti le disinfestazioni tradizionali finiscono con l’innescare un meccanismo che alla fine si ritorce contro l’ambiente, senza raggiungere il risultato prefisso. L’Amministrazione Comunale ha perciò annunciare di voler cambiare politica ambientale sul tema specifico, puntando alla prevenzione e alla lotta alle larve delle zanzare, seguendo cioè le indicazioni fornite dalle diverse categorie interessate. Studiando i meccanismi della natura, è possibile attivare dei processi a misura, affrontando la problematica delle zanzare con una risposta di carattere biologico, evitando in questo modo di ricorrere ad altro spargimento di sostanze chimiche sul territorio, a danno degli organismi viventi e delle persone.