FIUMICINO, TRE GIORNI ALL’INIZIO DELLA SPAGHETTONGOLA

Location abituale: Parco Tommaso Forti (via Lorenzo Bezzi snc Fiumicino). Apertura alle 19, alle 24 giù le serrande della cucina. Nel mezzo tanto cibo, musica, spettacoli, balli di gruppo, baby parking, la fiera di agosto e un presentatore d’eccezione: Stefano Locci. Il programma sarà ricco come da tradizione. Il cibo però la farà da padrona: spaghetti alle vongole lupino, sautè di cozze e vongole, frittura di calamari, tutti pescati nel mare di Fiumicino. Ad accompagnarli vino, bruschette, patatine e tanta musica. Liscio e balli di gruppo tutti i giorni e i grandi interpreti: da Lucio Battisti interpretato dalla splendida voce di Roberto Pambianchi a Lucio Dalla con gli Ekuinotes. Fino agli scatenati balli latino americani con i fratelli Hernandez. Non manca proprio nulla. A fare da corollario la grande fiera di agosto con stand di ogni tipo e una particolarità: solo roba di qualità. “La sesta edizione – spiega il presidente dell’associazione Il Faro all’Orizzonte, Stefano Conforzi – sarà interamente dedicata al nostro amico Pino Lo Buono scomparso prematuramente qualche mese fa. Ci manca, era il cuore e l’anima di questa manifestazione. Per lui abbiamo organizzato un memorial di calcio che si giocherà in contemporanea con la festa. Siamo ormai giunti alla sesta edizione diventando una tradizione per il Comune di Fiumicino e strenui difensori della grande cultura culinaria di questa città e del suo pescato che con questo evento vogliamo esportare e far conoscere a chiunque”. L’anno scorso furono consumati sei quintali e quaranta chili di vongole, cinque quintali di cozze, quattro quintali e mezzo di frittura, altrettanti di patatine fritte, 350 chili di pasta. Oltre settemila persone in quattro giorni. Un vero e proprio trionfo. Quest’anno l’obiettivo è battere il record.