ROMA, 6 ARRESTI IN 48 ORE: IN MANETTE ANCHE UN 28 GIA’ AI DOMICILIARI

Gli agenti del Commissariato Salario-Parioli invece, su segnalazione di tre persone sospette che stavano forzando la serranda di un esercizio commerciale con un piede di porco, hanno dato vita ad un lungo inseguimento, riuscendo a rintracciare nei pressi di via Po uno dei tre malviventi, un cittadino Kosovaro di 24 anni. L’uomo era stato già  espulso dal territorio nazionale e quindi vi aveva fatto rientro illegalmente.

E’ stato invece raggiunto e bloccato in via Enrico Theodoli – a Tomba di Nerone – l’autore di una rapina ai danni di un cittadino brasiliano. Con la scusa della richiesta di una sigaretta, la vittima è stata aggredita e ha dovuto arrendersi alle violenze dell’aggressore che l’ha colpito più volte procurandogli anche una ferita al volto, riuscendo a prendere dall’interno della borsa 50 euro in contanti. In transito poco distante, una Volante del Commissariato Flaminio-Nuovo si è messa inseguimento dell’uomo che è stato fermato; identificato per T.C. –36enne cittadino rumeno – l’uomo è stato trovato in possesso del denaro appena rubato; accompagnato negli uffici del Commissariato è stato arrestato per il reato di rapina aggravata.

E’ stato poi bloccato e arrestato nei pressi della Stazione Termini uno scippatore che, approfittando della ressa si persone all’uscita della metropolitana, era riuscito a sfilare il portafogli ad un turista canadese; la vittima però, accortosi immediatamente dell’accaduto, lo ha inseguito, notando a poca distanza i poliziotti, i quali sono intervenuti bloccando lo scippatore, identificato poi per un 44enne rumeno con diversi precedenti di Polizia.  

Arrestati poi due soggetti ricercati per scontare due condanne: il primo in zona Fidene, dove il sistema “Alert Alloggiati” della Questura, ha segnalato la presenza, presso una struttura alberghiera, di una cittadina romena di 22 anni, colpita da un ordine di carcerazione per l’ esecuzione di una pena di 8 mesi e 10 giorni di reclusione. Il secondo caso è relativo ad un controllo su strada effettuato dalla pattuglia del Commissariato Ponte Milvio; i poliziotti hanno notato due persone aggirarsi con fare sospetto nei dintorni di un parcheggio in via Città della Pieve. Dalla loro identificazione, è emerso, a carico di uno di loro – C.S. , 45enne rumeno – un rintraccio per estradizione; l’uomo deve infatti scontare una condanna a 1 anno 8 mesi per furto aggravato.