ARDEA, TORNA A FINE SETTEMBRE IL PENTATHLON DELLA CULTURA

I concorrenti, si legge nel comunicato stampa diffuso dagli organizzatori, si sfideranno a scelta negli ambiti di scrittura, recitazione, pittura o grafica, musica, espressione canora e scultura. Per quanto riguarda scrittura e recitazione sarà possibile farlo in italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo, per la musica sarà possibile gareggiare per le categorie classica e musica leggera e per quella ’popolare tradizionale’, mentre sarà possibile scolpire sia con creta sia sul legno. Dopo la prima edizione (che si è chiamata Olimpiade di Ardea) e che si è svolta all’agriturismo “Corte in fiore” nel 2008, altre tre edizioni si sono svolte ad Ostia. L’iniziativa è stata ideata e fondata dal professor Giorgio Marlin, recentemente scomparso, ed organizzata dall’associazione La Chiarantana che ne ha preso il testimone per la gestione e che ora lo ripropone in collaborazione con la Pro Loco di Tor San Lorenzo. L’evento ha il patrocinio del Comune di Ardea e sarà organizzato nella sala consiliare di via Laurentina e nel museo Manzù dove ci sarà la cerimonia di premiazione. Membri della giuria altamente qualificati (due per ogni materia) assegneranno un punteggio da 1 a 10 per ogni singola materia. Il totale ricevuto per ogni partecipante, designerà il primo, secondo e terzo premio del “Pentathlon” che sarà assegnato solamente ai concorrenti che avranno partecipato in cinque materie, mentre saranno premiati i primi cinque classificati per ogni singola materia, dove ognuno può eccellere; l’obiettivo della manifestazione è evidenziare la poliedricità dei concorrenti.