REGIONE LAZIO, OLTE 700 INTERVENTI DALLA PROTEZIONE CIVILE IN QUESTA ESTATE

Voglio rivolgere un sentito ringraziamento a tutti i volontari e a tutte le componenti istituzionali del Sistema di Protezione Civile che quotidianamente si adoperano per garantire la sicurezza dei cittadini e fornire quindi un prezioso contributo per tutta la comunità. Non bisogna però abbassare la guardia: per questo motivo stamattina ho parlato con il dottor Carlo Rosa, responsabile per il Gabinetto del Presidente della Protezione civile regionale, che mi ha confermato come il periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi sia fissato fino al 30 settembre e che il Sistema di Protezione civile rimarrà in stato di massima allerta fino a quel periodo”. Lo comunica, in una nota, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che traccia un primo parziale bilancio dell’attività estiva di Protezione civile sul territorio laziale. In totale sono stati 648 gli interventi di spegnimento di incendi boschivi (complessivamente 182 a giugno, 256 a luglio e finora 210 ad agosto) così suddivisi per provincia: 377 Roma, 173 Latina, 55 a Viterbo, 33 Frosinone e 10 Latina. Per quanto riguarda le attività conseguenti a fenomeni metereologici avversi le operazioni sono state in tutto 67 (44 a giugno, 22 a luglio e finora 1 ad agosto) così frazionati per provincia: 40 a Roma, 10 a Viterbo, 9 a Latina, 7 a Frosinone e 1 a Rieti. Infine, per quanto concerne gli interventi di partecipazione alla ricerca e al ritrovamento di dispersi sono stati in totale 9 (1 nel mese di giugno, 3 a luglio e finora 5 ad agosto), così ripartiti per provincia: 4 a Frosinone, 2 a Latina, 2 a Rieti, 1 a Roma e nessuno a Viterbo.