CASTELLI ROMANI, CONCLUSO IL MONITORAGGIO DEL FALCO PELLEGRINO

L’obiettivo, palese, dell’iniziativa era monitorare, nel Lazio, la presenza di tre specie di interesse comunitario: l’Aquila Reale, il Falco Lanario e il Falco pellegrino. Si tratta di tre specie di rapaci “rupicoli”, cioè nidificanti su pareti rocciose.
Nei Castelli Romani, delle tre, è presente solo il Falco Pellegrino. Iniziata in Primavera, la ricerca si è ora conclusa e la Regione, raccolti tutti i dati, ne elaborerà i risultati. Intanto è confermato che i tre siti occupati lo scorso anno da altrettante coppie nidificanti continuano ad essere utilizzati dai falchi pellegrini, che anche nel 2014 sono tornati a riprodursi nell’area protetta: non se ne registrano di nuovi, vista anche la carenza di luoghi adatti alla nidificazione.