CIVITAVECCHIA, TENTA DI RUBARE “CONTANTI” AL CASELLO AUTOSTRADALE

Nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati, a seguito di richiesta di intervento pervenuta al “113”, la Volante del Commissariato si è recata presso il casello autostradale Civitavecchia Sud, dove era stata segnalata una rapina. Quando sono arrivati sul posto, gli agenti, ascoltata la vittima, hanno appreso che poco prima un uomo aveva tentato di rubare il cassetto dove vengono custoditi i proventi del traffico veicolare. Durante il racconto dei fatti, l’impiegato ha spiegato che, poco prima, si era presentato al casello un automobilista che, facendo finta di voler pagare il pedaggio, è sceso dal proprio veicolo e con mossa fulminea si è introdotto con il busto all’interno della struttura afferrando il cassetto dei soldi e tentando di sottrarlo. La resistenza dimostrata dal casellante aveva impedito al malfattore di impostarsi del denaro. Il malfattore quindi aveva desistito allontanandosi velocemente. Grazie alla descrizione fornita dalla vittima, gli agenti poco più tardi, sono riusciti ad individuare e fermare un uomo che, poco distante, stava tentando di nascondersi dietro una colonnina destinata al pedaggio automatico. Bloccato ed identificato per M.G., è stato riconosciuto dal casellante quale autore del tentato furto. L’uomo, con vari precedenti di Polizia, accompagnato negli uffici del Commissariato, nel tentativo di fuggire ha cercato di colpire i poliziotti e danneggiando alcuni computer. All’interno dell’autovettura di proprietà del fermato, i poliziotti hanno rinvenuto un piede di porco ed una torcia che sono stati sequestrati. Arrestato, dovrà rispondere di tentato furto, resistenza a Pubblico Ufficiale, possesso di arnesi atti allo scasso e danneggiamento ai beni dello Stato.