NETTUNO, PER LA MINORANZA IL COMUNE DANNEGGIATO DALLE AGEVOLAZIONI PER ROMA

Le operazioni dovrebbero avere inizio proprio con il mese di settembre, mentre molti dubbi restano ancora irrisolti, uno tra i tanti riguarda gli scarti di lavorazione e i rifiuti non combustibili che potrebbero finire nella discarica di Borgo Montello. A seguito del mobilitarsi delle istituzioni dei comuni interessati, chiedo con un interrogazione rivolta al Sindaco, al Presidente del Consiglio e all’Assessore all’Ambiente quanto di ciò che è stato riportato dai mezzi stampa sia vero e quali interventi l’Amministrazione intende portare avanti per salvaguardare le zone limitrofe all’impianto Rida.”
Questa invece la richiesta di chiarimento che il consigliere di opposizione ha scritto al Sindaco e alla Giunta: “Notizie di stampa riportano che è stato stipulato accordo tra la società AMA del comune di Roma e la società RIDA per il conferimento di 300 tonnellate giornaliere di rifiuti presso l’impianto di trattamento di proprietà di quest’ultima, insistente nel comune di Aprilia a confine con il territorio di Nettuno. Si rivolge interrogazione urgente al Sindaco per richiedere quali azioni intende avviare l’Amministrazione Comunale per verificare quanto riportato e garantire la salubrità delle aree limitrofe all’impianto di trattamento citato, considerate le vibranti proteste elevate dai cittadini residenti nelle zone circostanti.”