FIUMICINO, BILANCIO FESTA DELL’UNITA’, GRANDE PARTECIPAZIONE MA POCHI CONSUMI

Il bar e il ristorante gestiti dai volontari del PD, in particolare, hanno riscosso l’apprezzamento di quanti hanno approfittato dell’ottima cucina a prezzi popolari, con i menù fissi “anti-crisi” proposti dall’organizzazione. Nella serata conclusiva, Montino e Gualtieri hanno parlato di ambiente, mobilità, sociale, lotta al malaffare, lavoro e diritti: sono appunto alcuni dei temi affrontati nel corso dell’intera manifestazione insieme a figure di spicco della politica locale e nazionale come Lionello Cosentino, Cesare Damiano, Marco Miccoli, Estella Marino e Stefano Fassina. “Abbiamo notato una partecipazione crescente, ma un evidente calo dei consumi, segno di una crisi economica che si sta facendo sempre più stringente – ha spiegato il segretario PD di Fiumicino Stefano Calcaterra – la Festa vuole proprio offrire un’opportunità di svago accessibile a tutti e allo stesso tempo, attraverso i confronti con i rappresentanti politici, serve a chiedere al Governo quei provvedimenti per restituire speranza alle famiglie e ai giovani. Purtroppo, è stata un’edizione contrassegnata dai venti di guerra provenienti dall’est Europa e questo ha senz’altro minato la voglia di festeggiare del popolo del PD. Voglio ringraziare tutti i volontari che hanno reso possibile questa manifestazione e tutte le persone che vi hanno preso parte – ha concluso Calcaterra – è stato uno straordinario esempio di partecipazione democratica e militanza politica. Qui si costruisce il Futuro.”