CERVETERI, L’AMMINISTRAZIONE INFORMA I CITTADINI SULLA TARI

Le tariffe sono state elaborate sulla base del piano finanziario 2014: costi totali per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti e costi complessivi per la gestione di tutto il servizio. Il totale dei costi, in base alla normativa comunitaria e italiana in materia di rifiuti, deve essere ripartito tra gli utenti. I costi sono divisi in una quota fissa e e una quota variabile e sono rapportati alla quantità di rifiuti raccolti e smaltiti, al numero delle utenze, alle superfici dei locali e al numero complessivo i residenti e non residenti. In merito ai non residenti, quando manca il dato esatto, viene considerato un numero medio di tre occupanti. Nel calcolo della quota fissa, che riguarda le superfici degli immobili, e i costi che devono essere sostenuti per l’erogazione del servizio indipendentemente dalla quantità di rifiuti prodotti, è stato applicato un coefficiente unico per tutti i nuclei familiari di 1,04 euro al metro quadro. Per la quota variabile, invece, sono stati applicati i coefficienti del DPR 158/99 (Decreto Ronchi) per determinare le tariffe unitarie in base al totale dei componenti del nucleo familiare o degli occupanti dell’alloggio. Le tariffe, i parametri per il calcolo e il piano finanziario sono disponibili sul sito del Comune www.comune.cerveteri.rm.it. Tutti i cittadini che dovessero incontrare errori e discordanze tra la propria situazione e quanto indicato nell’avviso recapitato a domicilio, possono comunicarlo direttamente alla Ripartizione Entrate del Comune di Cerveteri che provvederà, in tempi brevi, a fare le opportune verifiche e a rettificare eventuali incongruenze con l’emissione di un nuovo avviso che avrà scadenza entro i successivi 30 giorni.