ARDEA, DI FIORI SUL BILANCIO: “PASSAGGIO OBBLIGATO PER RISANARE CITTA’”

“Come già avevo detto in consiglio comunale, sarà un bilancio dove viene fatta, finalmente, trasparenza sui conti.Sarà un bilancio lacrime e sangue, che a me, sinceramente, non piace affatto. Ma è stato un passaggio obbligato, che qualunque amministrazione avrebbe dovuto fare per cercare di riportare ordine in questa città.”, ha dichiarato il Sindaco. “Otto milioni di euro di debiti pesano come macigni in una città che non ha mai pianificato, che ha il personale ridotto ai minimi termini. Questo è l’anno zero. Un passaggio obbligato per risanare la città e che è necessario perché ce lo detta non solo il buonsenso ma normative nazionali, che stanno vedendo diversi altri Comuni in Italia, anche vicini a noi, a fare altrettanto”. Queste le dichiarazioni del primo cittadino di Ardea Luca Di Fiori, che poi prosegue. “Della questione finanziaria degli enti locali e della continua modifica di leggi e leggine se ne è parlato ieri, nel corso dell’incontro voluto dal presidente della Camera Laura Boldrini con i sindaci d’Italia rappresentanti dal presidente Anci Piero Fassino e al quale ho partecipato – ha aggiunto il sindaco – E’ emerso che c’è una enorme difficoltà gestionale da parte dei Comuni e ne soffrono di più quelli delle aree metropolitane che nel corso degli ultimi hanno avuto un notevole aumento demografico. Lo Stato ha succhiato più di 19 miliardi di euro dagli enti locali e non arrivano più i trasferimenti. La richiesta da parte di tutti, a gran voce, è di avere delle leggi snelle e una fiscalità certa. Il pagamento di un’unica tassa e soprattutto, tutti gli oneri versati dai cittadini, nel caso dei Comuni, usati per i Comuni stessi, cosa che oggi non si verifica”.