REGIONE, SANITA’, SANTORI PRESENTA INTERROGAZIONE PER I CASI DI SCABBIA

“Con due diverse interrogazioni avevo avuto modo di porre all’attenzione della giunta Zingaretti casi di scabbia e TBC e in generale la denuncia del riaffacciarsi di malattie un tempo debellate. Ma continuerò a farlo, afferma il consigliere, perché occorre tenere alta la guardia, senza allarmismi ma con il dovuto rigore, ed è per questo che i casi di scabbia riscontrati presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Roma in Via Patini necessitano della dovuta attenzione anche a seguito della manifestazione del Comitato Tor Sapienza che ha visto il coinvolgimento di centinaia di persone”. Fabrizio Santori è anche uno dei membri della commissione Salute e grazie alla sua carica di consigliere ha potuto presentare la famosa interrogazione su questi casi di scabbia presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Roma di Via Teofilo Patini adiacente al campo nomadi di Via Salviati. “In particolare, prosegue Santori, risulterebbe che circa 10 giorni fa, l’Ufficio Immigrazione di Roma che si trova a Tor Sapienza, nei pressi del campo nomadi di Via Salviati, sarebbe rimasto chiuso per disinfestazione per quasi 4 giorni consecutivi, disinfestazione straordinaria effettuata in quanto circa 150 immigrati clandestini risultavano affetti da scabbia. Sempre nell’interrogazione chiediamo conferma di tale vicenda, richiedendo quali interventi urgenti sono stati posti in essere da questa Giunta regionale e dalle ASL competenti per combattere il riaffacciarsi di malattie un tempo debellate in merito ai casi segnalati per tramite delle interrogazioni n. 359 e 477 riguardanti il policlinico Tor Vergata e gli uffici della Asl Roma H di Anzio, e quali interventi urgenti sono previsti dalla Asl Roma B per i casi di scabbia segnalati in zona Tor Sapienza”, conclude Santori.