NETTUNO, CONSIGLIERE REGIONALE SANTORI CHIEDE DIMISSIONI SINDACO CHIAVETTA

0
71

Cittadini in piazza chiedono le dimissioni del Sindaco incalzato dalla Corte dei Conti per un danno erariale di 4 mln di euro “Quanto sta avvenendo a Nettuno è sconcertante, se non fosse che è a tutti nota la gestione che ha caratterizzato questa città da qualche anno a questa parte. Il sindaco Chiavetta deve dimettersi già nelle prossime ore, serve voltare pagina nell’Amministrazione di questa città, per dare credito alle Istituzioni e risposte alla cittadinanza. Innanzitutto sotto il profilo della trasparenza, dell’allocazione delle risorse e dello sviluppo di Nettuno”, così in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio, a commento della notifica al sindaco Chiavetta di richiesta di spiegazioni da parte della Corte dei Conti per un danno erariale che ammonta a 4 milioni di euro e a seguito delle manifestazioni cittadine che stanno caratterizzando Nettuno in queste ore. “Lo scandalo dei numeri civici, pagati oltre un milione e mezzo di euro, ma soprattutto gli scandali storici del teatro e della piscina comunale. Senza parlare della buca del parcheggio di Piazza Berlinguer, che ha devastato un intero quadrante della cittadina e gli esercizi commerciali limitrofi ormai allo stremo. L’abbandono della città è evidente, a partire dal piazzale della stazione in gravissimo degrado, di risposte ai cittadini neanche una, ma in compenso abbiamo gli scandali e gli sperperi tra i più gravi d’Italia. Di ragioni per far ripartire Nettuno ce ne sono troppe, il sindaco Chiavetta avrebbe dovuto dimettersi già mesi fa. Le manifestazioni dei cittadini in queste ore lo dimostrano con triste evidenza”, conclude Santori. 

26 ottobre 2014