POMEZIA, COMMISSIONE AMBIENTE SU IMPIANTO BIOGAS S.PALOMBA: FUCCI RIBADISCE IL “NO” DELLA CITTA’

“Ho esposto le criticità rilevate dal Consiglio comunale e dai Comitati di quartiere –  ha spiegato Fucci – Innanzitutto la mancata consultazione popolare prevista dalla Direttiva Seveso (direttiva europea 82/501/CEE, recepita in Italia con il DPR 17 maggio 1988, n. 175, ndr), necessaria perché il sito individuato si trova nei pressi di zone densamente abitate e nelle vicinanze di numerosi impianti a rischio di incidente rilevante. Ciò significa che in caso di incidente si verrebbe a creare un ‘effetto domino’ con conseguenze disastrose. A questo si aggiunge la presenza nella zona del patrimonio culturale e paesaggistico di Tor Maggiore, che la mia Amministrazione vuole tutelare, conservare e valorizzare. Infine la questione legata alla viabilità: la zona è già ampiamente stressata dall’attuale traffico e vi sarebbe un’unica via di accesso\uscita dall’ impianto, che taglia il centro abitato e passa di fronte alla scuola elementare ed un parco pubblico”. Alla Commissione ha partecipato per la Regione Lazio la dott.ssa Flaminia Tosini, dirigente dell’Area “Ciclo integrato dei rifiuti”, che ha illustrato lo stato della procedura in corso, attualmente al vaglio della Direzione Regionale V.I.A. “Il Presidente della Commissione si è impegnato a trasmettere tutti gli atti all’Assessorato competente per le determinazioni del caso – conclude il Sindaco – e a convocare per le successive Commissioni in materia il dirigente regionale dell’Area V.I.A.”